Interviste

7# Le donne del web: la storia di Alessandra e il suo blog MammaLaDritta

MammaLaDritta
C’è voluto tempo per rimettersi in riga, ma finalmente ho riaperto i battenti. E oggi la mia ospite è molto speciale. Conosciuta per caso quando vivevo a Roma, è scattato subito “il colpo di fulmine” (in senso affettuoso, ovviamente!). Ci piaceva chiacchierare e, anche se non abbiamo avuto (e non abbiamo ancora) molto tempo per approfondire la conoscenza, mi ha fatto davvero piacere ritrovarla, in forma più di prima e con un progetto davvero interessante, di cui vi racconterà lei stessa.
Alessandra è una giovane donna, mamma di un meraviglioso bimbo, che ha scelto di raccontarsi e di raccontare le piccole grandi avventure (e disavventure) della sua “nuova” vita da mamma.
Come?! Bè, se ti fermi adesso non lo scoprirai mai 🙂 Quindi, vale la pensa continuare…!

La storia della mamma-blogger.

Alessandra Cassar
“Sono Alessandra, una trentenne romana nata e vissuta a Roma. I miei genitori, uniti e solidi mi hanno aiutato a diventare la donna che sono. Sarà per questo che ho ereditato un forte attaccamento ai valori della famiglia.
La giurisprudenza non ha fatto per me. Ho virato su ben altri orizzonti e trovato la mia strada nel mondo degli eventi e della comunicazione. Uno dei più bei periodi della mia vita! Lavoravo facendo qualcosa che mi rendeva felice, viaggiavo, parlavo lingue diverse, niente orari ne’ week end. Ma soprattutto pianificavo. La mia attitudine principale. Non c’erano orari ma a me andava bene così!
Poi però tutto è cambiato, e la mia vita non si conciliava più con la mia strada di donna. Sono diventata moglie e mamma in brevissimo tempo, per mia scelta e di mio marito, ed ho proseguito in questa direzione. Sono mamma da due anni ormai, una pivella insomma!
Questa mia condizione mi ha portato a riprendere una passione che avevo quando ero più piccola. Scrivere e raccontare, dal mio punto di vista, aneddoti della mia vita, ridendoci su senza prendermi troppo sul serio.
A scuola adoravo fare i temi, saggi, scrivevo cose su foglietti. Mio padre mi diceva sempre che secondo lui avrei dovuto scrivere un libro e questa idea mi è sempre rimasta sul cuore…e sul groppone visto che ancora non l’ho realizzata!
Il blog è un po’ la mia idea di libro. Un libro che si scrive ogni giorno.
 Ce ne ho messo di tempo per convincermi a farlo, non pensavo di essere all’altezza, forse per ignoranza, anche se ero sempre presa dalla voglia di raccontare le mie esperienze ai miei amici e alle persone con cui parlavo. Niente di inventato, semplicemente la me stessa come mamma.
Ho iniziato mettendo per scritto i miei consigli per amici che aspettavano dei figli. Ho condiviso con loro quello che avevo vissuto io poco prima di loro, con l’idea di aiutarli in alcune scelte. L’idea del blog si formava ma era ancora lontana finché proprio uno dei miei più grandi amici, a cui qualche tempo prima avevo indirizzato i miei consigli, mi ha proposto di collaborare con lui e di aiutarmi nella realizzazione di quello che poi sarebbe stato Mamma La Dritta. Grazie alla collaborazione con lui e il suo sito Dottor La Dritta nasce il mio blog.
Questo blog è come un libro da scrivere ogni giorno. Niente favole e storie fantastiche, non mi piace inventare e sono anche poco romantica! Solo la mia vita da mamma, le mie esperienze e le mie opinioni. Come se le dicessi a te, seduta al parco mentre guardiamo i nostri figli sullo scivolo. Cerco confronti con le altre mamme, sia quelle alle prime armi, sia quelle più esperte dalle quali c’è solo da imparare. Niente gare, non mi interessano.
Leggo gli altri blog, ma non troppo. Non mi faccio influenzare facilmente in generale, perché ho un carattere che mi aiuta in questo, ma sono aperta a provare cose nuove, basta che poi mi fanno esprimere un parere sincero e spassionato.
Consiglio solo prodotti che ho provato personalmente, che ho comprato di tasca mia o che ho ricevuto in regalo in quando mamma non di certo in quanto blogger. Sono ancora all’inizio!
La vita dietro il pc è perfetta per me, visti gli orari ballerini tipici della vita da mamma, la possibilità di mettersi a lavorare in qualsiasi momento della giornata e per il tempo che si ha a disposizione è la chiave di tutto.
Il “problema” sono le idee! Me ne vengono di continuo, e sempre quando non sono al pc. Quindi appunto e scrivo tutto! Post it, note sul telefono, registrazioni audio, foglietti vari. Poi, quando posso vado al pc e creo.
C’è il rischio di diventare “ossessionata” dalla socialità, ma quando sono con la mia famiglia o con mio figlio mi impongo di non guardare pc e telefono per controllare il blog. Ho deciso di non pubblicare foto con la faccia di mio figlio. Deciderà poi lui cosa e come impostare la sua identità online, quando vorrà farlo.
Spesso uso Instargram o Facebook proprio per condividere attimi e dare spunti senza levare tempo a mio figlio o alla cosa che sto facendo in quel momento, perché tra un articolo e l’altro devo mandare avanti una casa!
Scrivo la mattina quando mio figlio è al nido, tra un suo pisolino e una lavatrice. Dopo o prima della spesa, o delle pulizie.
Scrivo la sera se riesco a tenere gli occhi aperti o la mattina prima che la casa si animi.
Scrivo quando aspetto che si cucini qualcosa o quando sono nelle sale di attesa dai medici.
Scrivo non perché devo ma perché voglio.
Quindi per me donne e web è un binomio perfetto! 
La donne a mio parere comunicano meglio degli uomini, e il web è prima di tutto comunicazione.
Mi piacerebbe però allargare il giro dei miei lettori anche ad un pubblico maschile, considerato che per ora sono il 70/80% donne. Non penso di dover cambiare modo o argomenti di scrittura, penso più di dover aspettare che il pubblico maschile si apra e sia pronto a certi spunti di riflessione. La mamma è donna, ma per me la mamma può essere anche uomo, rimanendo padre e virile.
Sono sicura che ci arriveremo! Non ci dimentichiamo poi che Mamma La Dritta nasce grazie all’aiuto del mio caro amico e uomo.
Mi chiedi un consiglio per chi si approccia al web,  e sono lusingata di poterne dare nonostante mi senta per il momento solo una destinataria di consigli. Ecco, una cosa mi sento di poterla dire. Nella giungla profonda del web vince la personalità.
La difficoltà a mio parere sta nel mantenersi coerente con la propria personalità. Riuscendo a fare questo e avendo ben chiari i propri obiettivi ci si riesce a trovare una nicchia comoda in cui stare e chi ti legge premierà il tuo modo di essere unica.
Ma magari fra un paio di anni i consigli saranno ben diversi! Chissà!

Ci vediamo su Il Web Delle Donne e su Mamma La Dritta!”

Una storia incredibile, non pensate?! Una storia coraggiosa, anche, in cui una giovane donna si mette e rimette in gioco ogni giorno per fare (e disfare) la sua vita in modo che calzi perfettamente a lei e alla sua famiglia. Un coraggio tutto femminile?! Forse. Voi che dite?! Lasciate un commento (se vi và).
Intanto io ringrazio Alessandra per aver accettato senza indugio il mio invito e l’aspetto nuovamente qui, sarà la benvenuta ogni volta che vorrà raccontarci un po’ di lei! Grazie Ale!