Social Media

Social Media: quali contenuti postare?

quali contenuti postare sui social

Ogni giorno solo su Facebook vengono pubblicate 250 milioni di foto e 532 milioni di status. Questo senza contare i tweet inviati o le foto postate su Instagram. Con così tanto materiale personale, non sorprende che i recruiters di un’azienda o i datori di lavoro visitino le piattaforme social per scoprire di più sulla personalità e le abitudini dei candidati.

Pensare di poter utilizzare, quindi, questi come spazi personali, in cui esprimersi liberamente postando le foto delle serate con gli amici in discoteca, è sbagliato. Quello che per voi è un innocente post su un paio di teneri gattini può diventare, per chi vi guarda, la prova inconfutabile e definitiva della vostra idiozia. Se vi state impegnando per entrare nel processo di selezione di una determinata azienda e sperare di riuscire ad arrivare e (magari) superare il colloquio e le prove di selezione previste, allora il primo passo è essere lungimirante e fare sempre un’attenta selezione dei contenuti da postare o twittare, perchè la buccia di banana potrebbe essere dietro l’angolo e scivolarvi su vorrebbe dire compromettere la attività lavorativa e le future opportunità di carriera.

Nell’era dell’informazione, in cui tutto ciò che riguarda una persona è disponibile per essere esaminato, non è facile determinare quali contenuti postare: una foto o uno status pubblicato sui social media può condizionare negativamente il modo in cui le persone percepiscono la tua posizione nel futuro. E anche se i social non hanno un impatto immediato sui vostri sogni di lavoro, possono comunque influenzare l’idea che i datori di lavoro possono farsi di voi.

L’infografica che segue, ideata da OnlineClasses.org suggerisce un diagramma di flusso utile per rispondere alla fatidica domanda: pubblicare o non pubblicare?

 To Post or Not to Post Infographic

Cosa, dove, quando e perchè sono le domande a cui questa infografica vi aiuta a rispondere e da farsi prima di pubblicare qualsiasi contenuto sui social. E voi, che ne pensate?!